La ricerca impossibile della razza perfetta: “The Perfect English Rabbit”

17010103115_3f92eceb9d_cChe cosa avranno mai in comune i conigli con l’eterno e immortale concetto della perfezione? Eppure almeno una volta nella storia si sono trovati ad essere uniti. Le immagini che vedrete qui sotto in dettaglio, riproducono i requisiti estetici per realizzare il coniglio perfetto, o meglio “The Perfect English Rabbit“, il punto di riferimento più alto, a livello estetico, per una particolare razza di coniglio sviluppatasi nella metà del XIX secolo. Lo schema riproduce la prima di una serie di otto immagini create dall’artista inglese Ernest George Wippell per la rivista Fur and Feather nel 1893, due anni dopo la fondazione del Rabbit Club (anche se alcune fonti indicano come data per i disegni di Wippell l’anno 1903). Nel 1927, Fur and Feather ha pubblicato la stampa a colori della foto qui sotto nella loro serie dedicata alle “razze ideale”.

16801973347_21f9b74858_o

Schema del “The Perfect English Rabbit” da The American Pet Stock Standard of Perfection and Official Guide to the American Fur Fanciers’ Association (1915)

Il ritratto, tuttavia, è venuto presto a rappresentare l’ideale della razza, e ha alimentato tutta una squadra di allevatori di conigli nella loro ricerca ossessiva di imitare esattamente tale forma in un coniglio vivo, con tanto di naso “a farfalla”, con tanto di mantello precisamente adornato di 33 macchie su tutto il fianco (per giunta simmetriche su entrambi i lati), e la striscia distintiva nera lungo la colonna vertebrale.

Nonostante le tecniche e le astuzie della genetica evolutiva, il compito di individuare per ogni animale una razza perfetta è praticamente impossibile. Steve Jones dell’University College of London nel programma radiofonico della BBC , intitolato “Roger’s Rabbits” ha sottolineato che una ricerca tale è “una ricerca senza alcuna possibilità di successo”. Questo, tuttavia, non ha fermato gli allevatori inglesi di conigli dal tentare, con centinaia di mostre periodiche in cui competevano l’uno contro l’altro, di perfezionare in ideale già perfetto.

16823924609_4fae1df634_c

Descrizione del sistema a punti per valutare i conigli inglesi, da The American Pet Stock Standard of Perfection and Official Guide to the American Fur Fanciers’ Association (1915)

Il famoso allevatore di conigli inglese, Fred Haslam, aveva commentato tale estenuante processo: “Solo chi tenta l’assurdo è in grado di raggiungere l’impossibile.”

Quasi sempre.

Lascia un commento