Home » People

Una biografia di Pietro Mennea campione italiano dell’atletica leggera

21 marzo 2013 | Di Marta Mina | Commenta

Si è spento oggi a Roma Pietro Mennea, atleta italiano che ha detenuto fino al 1996 il record del mondo nei 200 m piani stabilito a Città del Messico nel 1979. La sua è stata una vita costellata di successi sportivi e professionali, che lo hanno visto attivo in molti ambiti, dalla giurisprudenza, alla didattica, alla politica.

Pagine: 1 2

Chi era Pietro Mennea

Si è spento questa mattina a Roma Pietro Mennea, atleta italiano che ha detenuto il record nei 200 metri piani dal 1979 al 1996. Al di là dei numerosi successi sportivi, la sua è stata una carriera molto sfaccettata, poiché nel corso della sua vita ha esercitato la professione di avvocato, di commercialista e di insegnante universitario. E’ stato anche europarlamentare e autore di numerosi libri.

I primi anni di Pietro Mennea

Pietro Paolo Mennea era nato a Barletta il 28 giugno del 1952. I suoi primi anni di vita sono da subito caratterizzati da un profondo amore per lo sport e per la corsa in particolare. Frequenta infatti un istituto tecnico ma poi prosegue i suoi studi all’ISEF, mentre in competizioni di tipo amatoriale dimostra già le sue spiccate doti di velocista.

La carriera sportiva di Pietro Mennea

La carriera sportiva di Pietro Mennea inizia nel 1971 con la partecipazione ai Campionati europei, dove ottiene un terzo posto nella staffetta 4×100 metri. Prosegue poi nel 1972 quando ottiene un altro terzo posto ai Giochi olimpici estivi di Monaco di Baviera nei 200 metri piani, competizione che diventerà la sua specialità.

Vince poi un  primo oro nei 200 m nei Campionati europei del 1974 di Roma, seguito da un altro oro nel corso degli Europei del 1978, questa volta però gareggiando nei 400 m piani. Nel 1979, poi, studente universitario, partecipa alle Universiadi di Città del Messico, dove riesce a vincere nei 200 m piani e a stabilire quel record del mondo che deterrà fino al 1996, completando il percorso in 19”72. Nelle Olimpiadi di Mosca del 1980 riesce alla fine ad aggiudicarsi un ulteriore oro nei 100 m piani e un bronzo nella staffetta dei 4×400 m piani.

Dopo l’annuncio di un primo ritiro dall’attività agonistica nel 1981, Pietro Mennea ha conquistato un altro bronzo nei 200 m ai Mondiali di Helsinki del 1983. Nel 1984 ha partecipato infine per la quarta volta consecutiva alle finali delle Olimpiadi, terminando al settimo posto sempre per i 200 m. La sua ultima partecipazione olimpica risale al 1988, nel corso delle Olimpiadi di Seul.

Continua a leggere Una biografia di Pietro Mennea campione italiano dell’atletica leggera > La carriera professionale di Pietro Mennea


Articoli correlati

  1. Una biografia di David Rossi responsabile comunicazione Mps
  2. Una biografia di Azeglio Vicini allenatore della Nazionale
  3. Chi era Piero Chiara romanziere italiano del ‘900
  4. Nel calcio italiano arriva uno sponsor USA. E’ il senatore Wayne James
  5. Una biografia di Warren Buffett, the legendary investor

Pagine: 1 2

Lascia il tuo commento!

Devi fare il login per lasciare un commento.